Home News Ultime Yamato Video al Milano Manga Festival
Yamato Video al Milano Manga Festival PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Andrea "Ryo" Consonni   
Lunedì 18 Marzo 2013 21:14

Yamato Video sarà uno dei partner del Milano Manga Festival, che si terrà a Milano da Maggio a Luglio per festeggiare i 200 anni del manga.

 
milano manga festival logo 200 anni dell’ arte Manga
 
ROTONDA DI VIA BESANA
WOW SPAZIO FUMETTO
3 maggio - 21 luglio 2013
 
Yamato Video è lieta di annunciare la propria collaborazione con il Milano Manga Festival.
 
Il Comune di Milano Cultura, Moda Design presenta il primo MILANO MANGA FESTIVAL, dal 3 maggio al 21 luglio 2013, uno straordinario doppio appuntamento con la cultura giapponese: alla Rotonda di Via Besana la prima grande mostra su 200 anni di storia dell’arte Manga e al WOW - Museo del Fumetto un focus sugli autori manga indipendenti e numerosi eventi collaterali legati al mondo giapponese. Il progetto, realizzato con il patrocinio del Consolato Generale del Giappone in Italia, è ideato e realizzato da ADK in collaborazione con l’Associazione Culturale Giappone in Italia.
L’evento animerà un’intera area della città che diventerà un “distretto del Manga” creando un legame tematico forte tra due spazi espositivi vicini - la Rotonda di via Besana e WOW Spazio Fumetto - collegati attraverso l’arteria di Corso XXII Marzo.
L’arte Manga conta ormai schiere di fan in oltre 50 paesi del mondo. Nelle grandi capitali
internazionali eventi e raduni si rinnovano a cadenza mensile, consolidando una crescita ormai incontenibile. Milano ha raccolto la sfida realizzando un grande evento dedicato a questa espressione della cultura giapponese, destinato a diventare punto di riferimento per coloro che amano il genere Manga e non solo.
 
Già capitale della Moda e del Design, Milano è la città ideale per un genere trasversale come il Manga che collega arte, cultura e industria. L’ Europa è infatti il più grande mercato del Manga a livello mondiale e l’Italia è il paese in cui, prima di ogni altro, questa forma di intrattenimento è penetrata assieme alla sua versione animata, gli anime, diffusi ormai in oltre 120 paesi. In vista dell'Expo 2015, il MILANO MANGA FESTIVAL si propone come evento di portata internazionale, capace di attirare visitatori non solo dall’Italia ma da tutta Europa e oltre.
 
LA MOSTRA ALLA ROTONDA DI VIA BESANA
La prima edizione del MILANO MANGA FESTIVAL si apre con la grande mostra “200 Anni di Manga” curata da Isao Shimizu, che riunirà per la prima volta quasi 500 tavole di altrettante opere, creando così la più grande mostra antologica sull’arte Manga. Uno sforzo immenso da parte degli organizzatori, che ha richiesto anni di lavoro e trattative e che ha coinvolto manga-ka, esperti del settore e le più importanti case editrici giapponesi – oltre venti – che capendo l’importanza del progetto hanno accettato di collaborare.
Partendo dal “Manga di Hokusai” (1814) - l’opera formata da 15 volumi in cui compaiono oltre 4000 personaggi e a cui si deve la diffusione del termine “Manga” - la mostra ripercorre lo sviluppo di questa arte negli ultimi due secoli e divenuta una delle più rappresentative della cultura giapponese contemporanea. L’esposizione prevede un percorso cronologico suddiviso in sei tappe - il DNA del Manga, dall’adulto al bambino, il Dio del Manga (Tezuka Osamu), l’età delle riviste, lo sviluppo del Manga, il Media Mix – che illustreranno l’evoluzione del genere nel tempo.
Per evidenziare le molteplici connessioni fra la cultura e la vita sociale di cui il Manga ha saputo essere spesso un degno interprete, la mostra è corredata da una serie di approfondimenti speciali.
In cinque aree tematiche si racconta il rapporto tra il Manga e l'alimentazione, il Manga e l'educazione, il Manga e la medicina, il Manga e la musica e il Manga e la moda. Questo tipo di lettura a piani paralleli è stato creato per soddisfare l'appassionato, ma anche coloro che si avvicinano per la prima volta a questo straordinario mezzo espressivo. Una sezione speciale sarà inoltre dedicata a “Captain Tsubasa”, il Manga sul calcio conosciuto in Italia col nome di "Holly e Benji", che ha ispirato molte generazioni di giovani calciatori: il suo creatore, Yoichi Takahashi, sarà uno degli ospiti del festival.
 
WOW - Spazio Fumettomilano manga festival locandina
WOW Spazio Fumetto - Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine Animata sarà la sede degli eventi collaterali che daranno vita al vero e proprio festival: il calendario è in via di definizione.
Dal 15 maggio al 15 giugno, WOW ospiterà, inoltre, una mostra speciale sulla migliore
autoproduzione di narrativa visuale nipponica, i dojinshi, i Manga indipendenti che segnano il confine con le culture e le arti d’ avanguardia. La mostra, a ingresso gratuito, getterà uno sguardo sul futuro della centenaria arte del Manga.
Corsi, workshop, incontri con gli autori e conferenze con esperti provenienti dal Giappone o con gli specialisti italiani sono le principali attività che animeranno il festival. Al fine di proporre una visione completa dell’arte Manga, espressione artistica fortemente legata alla sua nazione di origine, il Wow darà ampio spazio alla cultura nipponica e alle altre arti del Giappone, tradizionali e non.
Gli eventi saranno aperti al pubblico, agli appassionati, ai curiosi e a tutti coloro che vogliano avvicinarsi al Manga e saperne di più.
Grazie alla sua biblioteca gratuita, WOW Spazio Fumetto permetterà, inoltre, di sfogliare e leggere un’ampia selezione di Manga in italiano completando così la grande mostra alla Rotonda di via Befana.
 
IL CURATORE
Isao Shimizu - Consulente del Museo Internazionale del Manga di Kyoto e Direttore dell’Archivio Nazionale del Manga, il Professor Shimizu è esperto di storia del Manga e delle vignette satiriche. Nel 1986 è stato insignito del Premio Speciale dell’Associazioni Autori di Manga per le sue attività di ricerca. Ha pubblicato oltre 80 libri sulla storia del Manga. Nato a Tokyo nel 1939, è stato professore
ordinario presso l’Università Teikyo Heisei fino al 2009, ricercatore presso il Museo civico di Kawasakie insegna anche all’Università Bunkyo Gakuin.
 
IL SUPERVISORE DEL PROGETTO
Osamu Takeuchi - Professore ordinario presso il Dipartimento di Studi Mediatici della Facoltà di Sociologia all’ Università Doshisha. Nato nel 1951, si è specializzato in letteratura infantile e storia del manga fino a fondare, assieme ad alcuni compagni, la rivista “Biranzi”, che tuttora dirige. Ha pubblicato anche Manga con lo pseudonimo di Osa Takeshi. Già professore associato alla Imperial University for Woman e presso la Osaka International University for Woman.
 
COLLABORAZIONE PER L’ITALIA
Toshio Miyake - (PhD) è Ricercatore Marie Curie all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Cresciuto in Germania e in Italia, ha insegnato società e cultura giapponese presso quattro Università italiane, nonché condotto ricerche su nuovi media e giovani all'Università di Kyoto. Ha pubblicato una monografia sulle rappresentazioni dell’ “Occidente” e dell’ “Italia” in Giappone (Occidentalismi, 2010), e numerosi saggi
sulle culture popolari nipponiche (manga, anime e subculture giovanili).
 

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FacebookTwitter
Copyright © 2017 animangaplus.it. Tutti i diritti riservati.
Mandaci una mail a: info@animangaplus.it.

Animangaplus.itutilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information