Home Speciali Recensioni Speciali Florence Fantastic Festival 2013: Il resoconto
Florence Fantastic Festival 2013: Il resoconto PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Andrea "Ryo" Consonni   
Domenica 12 Maggio 2013 09:24

florence fantastic festival

Una prima edizione con qualche errore di gioventù, ma le basi per la crescita ci sono tutte.

 

Scheda Tecnica

Cosa Florence Fantastic Festival

Dove Firenze, Fortezza da Basso

Quando 10-11-12 Maggio 2013

Personalmente l'attesa di scoprire questo nuovo festival era molta, sin dalla presentazione, tenutasi a Milano lo scorso mese di Ottobre. La carne al fuoco era parecchia e le iniziative in programma si preannunciavano interessanti.
Purtroppo il primo impatto non è stato dei migliori la mattina del 10 Maggio quando ho fatto il mio ingresso nella Fortezza da Basso a Firenze. Sono rimasto molto deluso dal vedere che molti degli stand erano ancora all'inizio della fase di allestimento, o addirittura gli standisti dovevano ancora arrivare. Per non parlare della mostra d'arte, in cui c'era un solo quadro appeso o l'area videogiochi, che consisteva solo di una serie di tavoli vuoti, mentre tutti i computer erano ancora imballati.
La delusione è stata parecchia, non lo nascondo. Da una fiera del fantastico poi sinceramente mi aspettavo un tripudio di stand colorati e traboccanti di oggetti strani, indirizzati ad appassionati e collezionisti. I primi stand in cui mi sono imbattuto erano invece quelli di negozi di computer e accessori. E va bene, ci possono stare. Ma sicuramente sono decisamente fuori luogo gli stand di casalinghi, padelle ed elettrodomestici. Per fortuna più in là, appaiono gli stand di oggettistica, fumetterie, collezionismo e tutto quello che era fantastico. Nel centro facevano bella mostra di sé una serie di tavoli approntati per far provare ai visitatori le novità in fatto di giochi di società o semplicemente incuriosirli.
Non sapevo bene come reagire, così ho preso una decisione drastica. Ho deciso di dare al Florence Fantastic Festival una seconda chance e me ne sono andato, intenzionato a tornare il giorno dopo.

Il sabato mi sono ripresentato alla Fortezza da Basso, e l'atmosfera era decisamente migliore.

Gli stand erano (finalmente) tutti aperti e operativi, la gente animava i saloni della Fortezza, le mostre attiravano diversi curiosi, il lan party 48 era in piena attività e gli stand alimentari e gli stand degli autori erano affollati di curiosi e fan che guardavano i maestri del fumetto all'opera.

Questo era quello che mi aspettavo da questo Florence Fantastic Festival, un evento che portasse nel cuore di una delle capitali italiane dell'arte gli appassionati di tutto quello che è fantastico, che facessero traboccare di colore e di abiti spettacolari le vie della città, proprio com'era ai tempi del Rinascimento.

Ci sono cose che hanno funzionato, come l'entusiasmo di tutti quelli che ci lavoravano e la splendida cornice della Fortezza da Basso, e l'area gioco, davvero ben pensata e allestita, ma alcuni errori di gioventù hanno minato questa lodevole iniziativa. Se il primo giorno, che è feriale, si prevede che arriverà meno gente, non si deve comunque abbassare la guardia, permettendo che alle 13, da tre ore dall'apertura, alcuni espositori non solo non fossero ancora pronti, ma addirittura non fossero ancora arrivati ad aprire gli stand. Poi una maggiore selezione degli espositori e una migliore organizzazione degli stand non guasterebbe. Gente che vende pentole, asciugacapelli e custodie per cellulari ha poco a che fare con un evento di questo tipo. Sono d'accordo che ogni stand porta introiti, ma forse bisognava proporsi di più a gente del settore e non accogliere chiunque fosse disposto a pagare lo stand. Poi sinceramente piazzare proprio questi stand di fronte all'ingresso abbassa notevolmente l'impatto sul visitatore, che rimane spiazzato e disorientato. Un'altra cosa che è mancata sono le case editrici. Da ormai veterano di Lucca Comics, posso dire che qualche novità presentata in anteprima (non solo mostrata, ma acquistabile) attira sempre diversi curiosi, disposti a pagare il biglietto della fiera per accaparrarsi qualche prodotto prima del tempo, per poi vantarsene con gli amici, che l'anno dopo li avrebbero seguiti. Qualche stand di case editrici, sia di fumetti, che di libri, o di home video e videogames, avrebbe sicuramente movimentato di più i saloni. Questi sono solo alcuni suggerimenti personali, in attesa di scoprire come si evolverà il Florence Fantastic Festival nella sua seconda edizione. Noi non mancheremo di sicuro.

Florence fantastic festival 2013

florence fanttastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

florence fantastic festival 2013

 

 
FacebookTwitter
Copyright © 2017 animangaplus.it. Tutti i diritti riservati.
Mandaci una mail a: info@animangaplus.it.

Animangaplus.itutilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information