Home Speciali Recensioni Speciali L'Uomo D'Acciaio
L'Uomo D'Acciaio PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Andrea "Ryo" Consonni   
Giovedì 27 Giugno 2013 18:13

uomo d'acciaio locandina

La nuova incarnazione dell'eroe venuto da Krypton è più matura e ricca d'azione, forse troppo, ma il passo avanti è notevole.

 

Scheda Tecnica

Editore Warner Bros

Tipo Film

Genere Fantastico

Anno di Produzione 2013

Anno Edizione Italiana 2013

 

Krypton, un pianeta lontano anni luce dalla Terra e dalla nostra galassia. Dopo millenni di prosperità, raggiunta grazie ad un intensivo sfruttamento delle risorse del pianeta, in particolare dell'energia fornita dal nucleo, Krypon sta per collassare. Il più eminente scienziato del pianeta, Jor-El (Russell Crowe) tenta di avvisare l'assemblea degli anziani che governa il pianeta, ma non viene ascoltato. Intanto il generale Zod, capo delle forze armate, tenta un colpo di stato, ma viene arrestato insieme ai suoi uomini, ma non prima di aver assassinato Jor-El. Zod e i suoi vengono esiliati in un buco nero. Intanto per Krypton giunge la fine e il pianeta esplode. Ma Jor-El e sua moglie Lara sono riusciti ad inviare nello spazio a bordo di una speciale navicella il loro primogenito, Kal-El, al quale è affidata l'eredità degli abitanti di Krypton.
Kal-El atterra sulla Terra, nelle campagne del Kansas, e viene cresciuto dai coniugi Jonathan e Marta Kent (Kevin Costner e Diane Lane), con il nome di Clark Kent (Henry Cavill).

Clark cresce tenendo sempre il più celati possibile gli straordinari poteri di cui è dotato, almeno fino a quando una zelante giornalista, Lois Lane (Amy Adams), inizia ad indagare su una serie di eventi che coinvolgono un uomo che salva diverse persone in pericolo di vita. Le sue ricerche la portano a svelare la vera identità di Clark, ma quando è alle prese con la sua coscienza per decidere se sia giusto svelare o meno la verità, dallo spazio arriva un invasore proveniente da Krypton. Sta cercando un suo simile, di nome Kal-El e minaccia di distruggere il pianeta se questi non si consegnerà a lui...

Dopo i quattro film degli anni '70/'80 con Christopher Reeve e la recente pessima rivisitazione di Superman Returns, arriva una uova interpretazione del fumetto della DC Comics. Questa volta dietro la macchina da presa c'è Zack Snyder, uno che con supereroi ed effetti visivi spettacolari ha dimostrato di saperci fare già con Watchmen, 300 e Sucker Punch, e alla sceneggiatura abbiamo David S. Goyer e Christopher Nolan, le menti dietro la trilogia del Cavaliere Oscuro.

Man of Steel è il nome che Snyder ha voluto per questo film, proprio per differenziarlo da quei Superman da cui è tanto diverso, sia nella narrazione, sia visivamente. Questo Superman del 2000 è più adulto, con una storia più approfondita, che non lascia lacune e che approfondisce di più i personaggi e la loro psicologia, piuttosto che concentrarsi sui piccoli salvataggi di tutti i giorni, che facevano sembrare Superman un supereroe che salvava gattini in pericolo, piuttosto che salvare il pianeta. Finalmente vediamo Superman alle prese con un nemico degno dei suoi mirabolanti super poteri piuttosto che messo in difficoltà da Lex Luthor con un frammento di Kryptonite.

Snyder, Nolan e Goyer si sono fatti prendere un po' troppo la mano dai combattimenti spettacolari, che occupano quasi totalmente la seconda parte del film, rischiando quasi di venire a noia. Per il resto Man of Steel è un film con un buon ritmo e divertente, che tiene incollati alla poltrona per più di due ore. Ultimo commento sulla versione 3D. Davvero pessimo, fatta eccezione per alcune sequenze d'azione all'inizio e quelle del finale, il resto del film è praticamente in 2D e la terza dimensione non aggiunge assolutamente nulla in fatto di spettacolarità.

 

 

VOTI

Film BUONO

Edizione Italiana BUONO

 
FacebookTwitter
Copyright © 2017 animangaplus.it. Tutti i diritti riservati.
Mandaci una mail a: info@animangaplus.it.

Animangaplus.itutilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information