Home Speciali Recensioni Speciali Robocop: Recensione
Robocop: Recensione PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Andrea "Ryo" Consonni   
Domenica 09 Febbraio 2014 18:04

 

robocop locandina italiana

Il remake del classico di Paul Veroheven punta tutto sull'umanità del superpoliziotto e sulla politica, ma fa cilecca.

Scheda Tecnica

Editore MGM/Columbia Sony Pictures

Tipo Film

Genere Fantascienza

Anno di Produzione 2014

Durata 121 Minuti

Futuro. Una compagnia privata produce robot da combattimento che al di fuori degli Stati Uniti combattono negli scenari di guerra, portando la pace. Ma a causa di un decreto legge, questi robot non possono essere utilizzati dentro gli USA. Il presidente della ditta produttrice decide allora di trovare una scappatoia per riuscire a vendere i suoi prodotti agli americani: far inserire il corpo di un uomo all'interno dei robot. Il soggetto prescelto è Alex Murphy, un agente della polizia di Detroit ridotto in fin di vita da un'autobomba piazzata da alcuni trafficanti di armi su cui stava indagando. Ma il nuovo prodotto ha un limite: la coscienza umana lo rende troppo lento nel reagire. Lo scienziato che l'ha costruito decide allora di “sedare” la sua parte umana per addormentare con essa la sua coscienza. Ma a quel punto cosa lo distinguerà da un robot?
Remake del film di Paul Veroheven del 1987, Robocop in questa nuova incarnazione si concentra più sul lato umano dell'ibrido umano-robot e sui giochi politici che portano alla sua costruzione e alla sua possibile dismissione. Non mancano scene d'azione più movimentate che nell'originale, realizzate grazie alle potenzialità offerte dalle più recenti tecnologie. Peccato che a volte si abbia la sensazione di trovarsi di fronte a uno sparatutto in soggettiva e nemmeno dei migliori...

L'appeal del personaggio tiene a galla la pellicola, che però non riesce ad emozionare quanto ci si aspetterebbe e perde nettamente il confronto con l'originale, se non fosse per l'aspetto meno pupazzoso del protagonista.

 

VOTI

Film SUFFICIENTE

Edizione Italiana BUONO

 

 

Commenti  

 
0 #1 Frankvars 2014-02-14 11:37
D'accordo con la recensione, in particolare la resa nei combattimenti è davvero semplificata, compromettendo notevolmente il gradimento complessivo del film. Ampiamente intuibile nello svolgimento, si lascia apprezzare per le nuove modalità di rappresentazion e della modalità di visione del mondo da parte dell'uomo robot, in un continuo precario equilibrio tra limiti umani e requisiti macchina. In ogni caso da vedere. Lascia aperto il campo per un sequel...
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FacebookTwitter
Copyright © 2017 animangaplus.it. Tutti i diritti riservati.
Mandaci una mail a: info@animangaplus.it.

Animangaplus.itutilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information