Home Speciali Recensioni Speciali Neon Genesis Evangelion: La versione di Netflix
Neon Genesis Evangelion: La versione di Netflix PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Andrea "Ryo" Consonni   
Sabato 22 Giugno 2019 08:31

 

Il nuovo adattamento di Evangelion peggiora ulteriormente la comprensione dell’anime Gainax.

 

evangelion Innanzitutto una doverosa premessa.
Chi scrive ha seguito Neon Genesis Evangelion dall’uscita della sua prima VHS per l’allora Dynamic Italia, tenendo duro e pazientando anni per l’uscita delle successive e vedere un finale che mai arrivava e che poi non ha ripagato le lunghe attese.

Parte della difficoltà di comprensione dell’opera l’ho sempre attribuita al regista Hideaki Anno, che ha reso cervellotica una storia che nel manga originale era molto più scorrevole.

L’altra parte di “colpa” della difficoltà di comprensione di Evangelion era da attribuire al complicato adattamento italiano ad opera di Gualtiero Cannarsi, che aveva reso ancora più cervellotica e complicata l’opera del regista. Mentre a parere mio Cannarsi si era rivelato un grande direttore del doppiaggio, facendo lavorare al meglio tutto il cast.

Non pago, negli anni successivi Gualtiero Cannarsi ha dichiarato più volte in interviste ed incontri col pubblico che, se mai avesse avuto occasione di rimettere le mani su Evangelion, lo avrebbe rivisto completamente perché non soddisfatto del suo operato, cercando di renderlo ancora più fedele al giapponese.
Purtroppo questo si è verificato.
Con la messa in onda da parte di Netflix, i diritti del primo doppiaggio italiano non sono più disponibili, quindi si è dovuto riadattarlo e ridoppiarlo dall’inizio.

E Netflix ha richiamato Gualtiero Cannarsi.

Questi ha mantenuto quanto promesso, e, dopo anni passati a martoriare i film dello Studio Ghibli nel nome della sua personale filosofia, che si riassume in “Questo deve essere un adattamento. Non deve essere una semplificazione ad uso del pubblico più pigro, più ansioso di cullarsi nel conforto di una linguistica 'comoda' a scapito e danno della resa puntuale del contenuto di un'opera *straniera*”, come ha lui stesso scritto nel commento alla mia recensione di Arietty, ha pensato bene di peggiorare anche quanto già fatto su Evangelion.
Ieri sera guardandolo su Netflix, mi sembrava di trovarmi di fronte ad un film Ghibli, tanto il linguaggio utilizzato era uguale. Un linguaggio aulico, spesso inutilmente, laborioso e, sempre
secondo la sua filosofia, fedele al giapponese, tanto da lasciare alcune frasi nell’ordine grammaticale giapponese, invece che in quello italiano. Senza dimenticare i suoi ormai noti “marchi di fabbrica”, come i verbi riflessivi usati spesso in maniera sproporzionata ed aulica, o come il verbo aprire che spesso e volentieri è tradotto schiudersi (di solito di una porta o simile), come già abbondantemente dibattuto tra me e il Sig. Cannarsi nella recensione de Il Castello nel Cielo.

Tutto questo senza contare le nuove versioni delle nomenclature utilizzate, come i termini inglesi, ad esempio la bomba N2, “enne quadro”, nella prima versione e “en tu”, in quella nuova, oltretutto con una pronuncia inglese molto marcata, o i nomi giapponesi che contengono la “u” ripronunciati elidendo la u, così che Asuka diventa Aska e Ritsuko diventa Rizko. O ancora gli angeli che diventano apostoli o le unità Evangelion che da 00, 01 e 02 diventano unità zero, unità prima e unità due, tra l’altro senza mantenere una logica (perché unità prima e unità due e non unità seconda?).

L’unica modifica veramente corretta è invece quella di mettere i cognomi prima di nomi, quindi non più Shinki Ikari, ma Ikari Shinji, dal momento che gli stessi giapponesi hanno dimostrato di tenere molto a quest’ordine.

Alla fine il Neon Genesis Evangelion di Netflix riesce quindi a rendere ancora più difficile e complicato un anime che negli anni ‘90 ha rivoluzionato (in meglio o in peggio, questa è un’altra storia…) l’animazione robotica giapponese.

 

 

 
FacebookTwitter
Copyright © 2019 animangaplus.it. Tutti i diritti riservati.
Mandaci una mail a: info@animangaplus.it.

Animangaplus.itutilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information